Post

STOPPA LA PIATTAFORMA VITTORIA Abbiamo vinto la battaglia di Pantelleria

Immagine
Dopo anni di denunce finalmente la Audax ha rinunciato al permesso di ricerca GR15 PU. ( Grazie Antonio Giordano per la segnalazione). Finalmente l'isola di Pantelleria è stata liberata dalle trivelle. Il permesso era tra quelli più strani ed anomali, aveva infatti contrariamente ad ogni logica e riteniamo regola, ottenuto una sospensione del decoroso temporale perché non riusciva trovare sul mercato un idoneo impianto di trivellazione in acque profonde, sospensione che durava da quai un decennio!


Fatto gravissimo ed anomalo che abbiamo più volte denunciato alle autorità competenti. Ultime in ordine di tempo le interrogazioni parlamentari che abbiamo sollecitato a vari parlamentari di ogni forza politica e a cui hanno prontamente risposto la Senatrice Loredana De Petris e l'on. Michele Catanzaro.


Il suo permesso gemello sul lato tunisino, aveva addirittura provato a trivellare nel lontano 2010, fallendo clamorosamente per i problemi trovati durante la trivellazione, ed era st…

EMENDAMENTO TRIVELLE. COME STANNO LE COSE

Immagine
Emendamento trivelle. Prime impressioni In attesa della pubblicazione in gazzetta ufficiale provo a commentare la bozza che mi è arrivata dell'emendamento trivelle, dovrebbe essere la definitiva, ma dati i numerosissimi rimaneggiamenti attendiamo l'ufficialità. Facciamo il punto tra opportunità, rischi, possibili sanatorie, con particolare riferimento a quello che succederà in Sicilia e a Licata In sostanza cosa prevede Una moratoria di 18 mesi al rilascio di nuovi permessi di prospezione, ricerca e coltivazione e la sospensione dei permessi di prospezione e ricerca già rilasciati,  in attesa dell'approvazione   del PTESAI ( Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle
Aree Idonee ). Oltre l'aumento dei canoni concessori che attenzione non sono le Royalty che rimangono invariate.
Cosa è il Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee  è uno strumento di panificazione che dovrà individuare le zone di mare e di terra  idonee alla trivellazione…

VITTORIA! VITTORIA

Immagine
VITTORIA! VITTORIA! Pronto l'emendamento blocca trivelle! Avevamo ragione noi! Dopo alcuni mesi di battaglia durissima, il governo Lega/5 Stelle, che ringrazio per questa promessa di provvedimento, ha accolto la prima importantissima pare delle nostre richieste.  Nel prossimo decreto semplificazioni verrà istituita una moratoria di 3 anni al rilascio di nuovi titoli. Il divieto temporaneo ad operare si estende anche ai permessi di ricerca e prospezione già rilasciati, quindi anche e non solo a quelli rilasciati pochi giorni fa nel mare Ionio. La moratoria è funzionale alla realizzazione del piano delle Aree, altra nostra richiesta, una specie di piano regolatore del nostro mare che dovrà individuare le zone che per questioni economiche, ambientali, turistiche etc, non devono essere colpite dalla ricerca ed estrazione di idrocarburi. Oltre alla felicità per questa vittoria, rimane ancora molto da fare.  Infatti questo provvedimento non cambia nulla per i permessi di LICATA ed altri…

MINISTERO AMBIENTE FA UN ENORME REGALO DI NATALE AI PETROLIERI

Immagine
Articolo aggiornato dopo la prima pubblicazione, ultimo aggiornamento 15/12/18 ore 16:55

Da quasi 10 anni che monitoro i provvedimenti rilasciati dal Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell'Ambiente, e mai dico mai, fatta eccezione alla scoperta che feci nel 2010 dell'assalto del nostro canale di Sicilia da parte di una quarantina di società petrolifere avevo visto una cosa del genere.

Il Ministero dell'Ambiente a guida Costa ha rilasciato nella sola giornata dello scorso 10 Dicembre 2018  l'enorme numero di 18 provvedimenti di ottemperanza positivi per altrettanti permessi di ricerca e coltivazione di gas e petrolio in mare. Verifiche di ottemperanza positive che permetteranno l'avvio o la prosecuzione dei programmi di lavoro connessi e quindi vai di quanto di più dannoso per l'ambiente ci possa riservare l'arsenale delle società petrolifere. Segue la lista dei provvedimenti, questi sono concentrati nel mare Adriatico, è esclusa la Sicilia.

IL GOVERNO ITALIANO OSCURA LE INFORMAZIONI SULLE TRIVELLE

Immagine
Ne avevo parlato in questo blog il 15 Novembre

In sostanza il Sito del Ministero dello Sviluppo Economico non permette più di verificare lo stato delle concessioni petrolifere. La fonte che da quasi un decennio utilizziamo per informarci sullo stato delle concessioni petrolifere è il sito del Ministero dello Sviluppo Economico sezione DSG-UNIMG raggiungibile al seguente link Anche questa volta non appena appresa la notizia del nuovo progetto di trivellazioni la prima cosa che ho fatto è stata andare a controllare nel sito lo stato della concessione. Un amara sorpresa! Il link che segnalo nell'immagine in rosso dove c'è l'elenco con tutti i riferimenti delle istanze di conferimento dei permessi di ricerca non funziona! Rimanda alla Homepage del sito.
Discorso analogo per le istanze dei titoli di coltivazione. Questo è un problema di trasparenza gravissimo, perché senza il sito funzionante l'unica maniera che ci rimane per verificare lo stato delle concessioni è quella di anda…

LE TRIVELLE SONO TORNATE NEI BANCHI DEL CANALE DI SICILIA

Immagine
In questa pagina sto raccogliendo man mano che arrivano tutte le informazioni al progetto della Audax di trivellare il campo petrolifero Nilde che si trova tra Sciacca e Pantelleria e sul permesso di trivellazione di Licata. L'articolo originale si trova in basso, gli aggiornamenti più recenti in alto. Aggiornamento 7/12/2018 ore 17:04
- Gli amici di Licata si sono riuniti il 25 Novembre ed hanno deliberato una grande mobilitazione per Gennaio, non appena avrò i dettagli vi terrò informati;

Il loro CS " COMUNICATO STAMPA DEL 25/11/2018Nella giornata di oggi si è svolta l'assemblea popolare convocata dal Comitato insieme a un nutrito gruppo di associazioni cittadine, il cui obiettivo era quello di rilanciare la mobilitazione contro la realizzazione del gasdotto nell'ambito dell'off-shore ibleo e contro gli altri progetti di trivellazione in mare dinanzi alla costa di Licata. L'assemblea, particolarmente partecipata, ha visto la presenza di una rappresentanza di tu…

Trivelle Licata, Denuncia infrazione alla Commissione Europea

Immagine
Abbiamo parlato e fatto molto contro le trivelle che vogliono perforare il cosiddetto offshore Ibleo promosso dall'ENI e che  ha ottenuto tutte le autorizzazioni a trivellare di fronte a Licata. Purtroppo come ho scritto nel mio profilo fb, oggi solo un intervento del governo nazionale ci può salvare. In realtà rivedendo la documentazione in mio possesso e chiacchierando con gli amici di Greenpeace è sorta un'altra idea. Se ricordate una delle problematiche del Decreto positivo VIA n°149/14 che autorizzava le trivellazioni era il fatto che lo Studio di Impatto Ambientale non prendeva in considerazioni una serie di fattori rilevanti come esplosioni, frane, incendi, impatti sull'ambiente etc, demandandoli ad una fase successiva esterna alla VIA in cui il pubblico non avrebbe potuto dire la sua ( guardatevi il dossier di Greenpeace). Questo viola una serie di direttive e principi,  che si rifanno alla Convenzione di Aarhus che è un trattato internazionale volto a garantire a…