Post

RENDICONTAZIONE SPESE DEL COMITATO REFERENDARIO

Immagine
Rendiconto spese e donazioni per la campagna referendaria:
Le donazioni per la campagna referendaria sono state:
Altra Sciacca:100 euro di cui spese 90,86 euro ( quota parte fattura 1) Stoppa La Piattaforma: 100 euro integralmente spese ( quota parte fattura 1) Rotary Club: 100 euro di cui spesi 76.66 ( Fattura 2) Lega Navale Sciacca: 200 euro di cui spesi 177 ( Fattura 3) Lions Club Sciacca Host: 100 euro spesi integralmente ( Fattura 4 e 5) Italia Nostra: 100 euro di cui spesi 0.
Complessivamente il Comitato per la campagna Referendaria aveva a disposizione un Budget di 700 euro di cui effettivamente spesi 554,58 euro, escludendo le donazioni in termini di benzina, cancelleria spicciola, esibizioni di artisti ( fornite in maniera gratuita) e le spese ed i fondi che non sono transitati dal comitato ma direttamente spesi dai donatori per gli eventi  ( ad esempio convegno della FIDAPA e concerto in Piazza, etc). Tanti altri, sia privati cittadini che associazioni o partiti si sono offerti di …

ESITO REFERENDUM SCIACCA I RINGRAZIAMENTI DEL COMITATO

Immagine
Ieri, 18 Aprile 2016, alle ore 11, presso il bar Charlie si è svolta la partecipatissima conferenza stampa del Comitato Referendario saccense.
Si sono commentati gli straordinari risultati di affluenza della città di Sciacca in assoluta  controtendenza rispetto ai dato provinciale, regionale e nazionale.
Col 53,95% Sciacca è la prima città in Sicilia per affluenza e l’unica ad avere raggiunto il quorum, contro una media Siciliana sotto il 30%.
Tra le grandi città italiane ( superiori ai 20’000 abitanti) Sciacca è la terza per affluenza dopo Potenza e Matera.
Questo risultato straordinario è frutto di un lavoro che dura da anni. Fu infatti nel Maggio del 2010, che l’Ing. Mario Di Giovanna membro dell’associazione L’AltraSciacca scoprì, per primo in Sicilia, la presenza di tre permessi di ricerca che insistevano di fronte le città di Sciacca, Marsala e Mazara del Vallo. Partì una grande campagna di informazione che vide la presenza a Sciacca anche di Report, vennero sensibilizzate le i…

REFERENDUM SE NON VINCE IL SI TRIVELLE A MENO DI 12 MIGLIA DA PANTELLERIA

Immagine
Se non vincesse il Sì, Pantelleria rischia di essere trivellata a meno di 12 miglia dalla costa.
No, non è un incubo, ma una delle tante possibili conseguenze della legge che spero abbrogheremo il 17 Aprile. Ma andiamo con ordine.
l permesso di ricerca in questione è  il GR15PU http://unmig.sviluppoeconomico.gov.it/unmig/titoli/dettaglio.asp?cod=667
Il permesso come potete vedere è a meno di 12 miglia dalla costa e circonda quasi totalmente l'isola di Pantelleria.


La società titolare è la Audax, questo permesso di ricerca conferito nel lontano 2002, doveva scadere nel novembre del 2008, se nonché a Luglio 2008 viene concessa la sospensione del decorso temporale "fino alla disponibilità di un idoneo impianto di perforazione per acque profonde. Con successivo decreto sarà determinato il termine finale della sospensione temporale."


Orbene a distanza di più di 7 anni, ed esattamente 2846 giorni del successivo decreto che avrebbe dovuto metter un limite a questa sospensione  non se…

Il referendum sulle TRIVELLAZIONI si farà il 17 APRILE 2016

Immagine
È stata fissata con Decreto del Governo per il prossimo 17 Aprile la data per il referendum per esprimersi a favore o contro le trivellazioni petrolifere nei nostri mari. Purtroppo il governo nazionale ha deciso di non accorpare in un unico ELECTION DAY il referendum e le elezioni amministrative che dovrebbero svolgersi comunque nello stesso periodo, limitando a poco più di due mesi da oggi la campagna referendaria. Ciò comporterà, oltre allo spreco di circa 300 milioni di euro in quanto si dovranno organizzare due consultazioni elettorali anziché un unico Election day,   una campagna referendaria dai tempi ristretti con il rischio concreto di non raggiungere il quorum, cosa più che improbabile viste le precedenti esperienze referendarie in Italia. Si confida nel Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, cui spetta l’atto ultimo di indizione del referendum, affinché respinga la data proposta dal governo per consentire una votazione effettivamente democratica. Ciononostante il Co…

OFFSHORE IBLEO VIA LIBERA DAL TAR - LA SENTENZA FA DISCUTERE

Immagine
La prima sezione del TAR Lazio ha respinto nella sentenza pubblicata il 3 Giugno i ricorsi presentati da cinque associazioni ambientaliste (Greenpeace, Italia Nostra, WWF, etc) dall'Anci, dai Comuni di Ragusa, Santa Croce Camerina, Palma di Montechiaro, Licata, Scicli e Vittoria, da Legacoop Pesca Sicilia e da Tourin
g Club Italia, contro il progetto Offshore Ibleo che prevede la trivelalzione di 8 pozzi petroliferi nel canale di Sicilia e l'installazione di una nuova Piattaforma petrolifera la "Prezioso K"
Questa sentenza fa passare un principio che io ritengo aberrante.
La VIA non conteneva tutta una serie di valutazione sull'incidenza su pesca, ambiente, popolazione, turismo, di eventi non proprio secondari, incidenti rilevanti, impatti con navi, smottamenti che coinvolgono le pipeline etc.
Ora la sentenza dice che questi aspetti assenti nella VIA verranno valutati, non si capisce nemmeno da chi, a seguito di prescrizioni,
Questo modo di procedere oltre che i…